30 gennaio 2014

PASTA FROLLA SENZA LIEVITO

La pasta frolla è la base per molti dolci cotti in forno come le crostate, i biscotti e i prodotti di piccola pasticceria. La sua caratteristica è quella di essere friabile ma morbida.
Molte sono le versioni; sulla temperatura del burro, sull'aggiunta del lievito... ma la cosa più importante affinchè la pasta frolla venga friabile e affinchè abbia una buona malleabilità è non lavorarla troppo, per evitare che il calore delle mani sciolga  il burro rendendo la pasta appiccicosa e difficile da lavorare.

Trovi scritte qui di seguito due ricette la cui unica differenza sta nelle dosi. 
Consiglio quella con le dosi minori ( 300 g di farina) per: 
- Una crostata dalla base sottile.
- Una crostata che non necessita della pasta frolla sopra, ad esempio farcita con crema e frutta fresca di stagione.
Consiglio quella con le dosi maggiori (500 g di farina) per:
- Una crostata dalla base alta.
- Una crostata grande dal diametro di 26 cm o più.
- Una crostata classica, ad esempio farcita con marmellata o cioccolato e la pasta frolla sopra.

.300 g di farina 00                                                   .500 g di farina 00
.100 g di zucchero                                                     .170 g di zucchero
.100 g di burro morbido                                          .170 g di burro morbido
.2 uova ( 1 intero + 1 tuorlo)                                   .3 uova (2 intere + 1 tuorlo)
.1 pizzico di sale                                                         .1 pizzico di sale
.1 bustina di vanillina                                               .1 bustina di vanillina
.1 cucchiaino di buccia di limone                           .1 cucchiaino di buccia di limone                               grattugiata                                                               grattugiata
PROCEDIMENTO:
In una terrina capiente lavora con un cucchiaio lo zucchero con il burro morbido fino ad ottenere una crema.
Ora aggiungi la vanillina, la buccia grattugiata del limone e le uova precedentemente sbattute, mescola e fai amalgamare bene il tutto.
Incorpora con un setaccio la farina, aggiungi un pizzico di sale e continua a lavorare con il cucchiaio.
A questo punto lavora l'impasto con le mani fino a farlo diventare una palla compatta e liscia.
Appiattiscila un po, avvolgila nella pellicola trasparente e lascia che riposi in frigo per 30 minuti.

Trascorso questo tempo la pasta frolla va lavorata leggermente, poi stesa con un mattarello su un piano da lavoro infarinato.

CONSIGLI:
- E' importante che la pasta frolla riposi in frigo perchè così il burro si solidifica e lavorare la pasta sarà più facile.

- Quando riprendi la pasta frolla dal frigo se hai difficoltà a lavorarla perchè troppo friabile, vuol dire che è troppo secca, quindi aggiungi poca acqua fredda ( un cucchiaio circa).
Contrariamente se troppo molle aggiungi un po di farina.

-La buccia grattugiata del limone può essere sostituita con quella di arancia.

Grazie per essere passati sul mio blog
per restare aggiornati con nuove ricette

Nessun commento: